Orario e luogo di inizio: ore 09,30 c/o Appuntamento - PIAZZA BELLINI

Orario e luogo di arrivo: ore 13,00 c/o PALAZZO SANT'ELIA

 

Costo tour: € 13,00

*Il costo comprende la guida turistica autorizzata, l'assistente tour, il noleggio whisper, ticket d'ingresso a palazzo Bonocore, visita guidata alla mostra Capolavori che si incontrano, diritti di segreteria. 


CLICCA QUI PER PRENOTARE on-line IL TUO TOUR.

CLICK HERE FOR BOOKING YOUR TOUR!

Infoline: 380.6523494 - e-mail: palermocultour@gmail.com 


Visite monumenti e programma:

- Introduzione e visita di Piazza Pretoria e Piazza Bellini

- Passeggiata lungo Via Maqueda: la sua storia e i suoi palazzi

- Visita a Palazzo sant'Elia della MOSTRA CAPOLAVORI CHE SI INCONTRANO

- Visita a Palazzo Bonocore e mostra multimediale OASI DELL’IDENTITA’

  

Descrizione tour:

Il tour inizierà con la visita della tanto conosciuta ma da sempre ammirata piazza Pretoria, dove si eleva la sovradimensionata fontana, opera di Francesco Camilliani, destinata ad una vila toscana e acquistata anni dopo da Senato di Palermo per abbellire la piazza. Percorrendo la Via Maqueda si giungerà al ricco palazzo Marchese di Santa Croce poi Trigona di Sant'Elia che, derivato da una preesistenza cinque-seicentesca, assunse l'attuale configurazione dopo il 1756, quando Giovanbattista Celestri e Grimaldi di Santa Croce decise di ampliarlo in direzione della "Strada Nuova", l'odierna Via Maqueda.

 

Oggi palazzo Sant'Elia ha riacquistato nuova dignità grazie ad una nuova e prestigiosa destinazione museale per mostre temporanee di arte come l'attuale esposizione "Capolavori che si incontrano", una mostra d'arte che riunisce le più importanti opere d’arte provenienti dalla Collezione della Banca Popolare di Vicenza. Sono esposte 86 tele che forniscono un ampio panorama della pittura veneta e toscana tra il ‘400 e il ‘700, messe iconograficamente a confronto per consentire di avvicinare nella lettura iconografica, dipinti di differente scuola e di diversa epoca ed origine.

 

A conclusione, ripercorrendo a ritroso la Via Maqueda in direzione dei Quattro Canti, si giungerà al punto di partenza per visitare il neo restaurato palazzo Bonocore, un palazzo aristocratico, costruito nel 1509, divenuto recentemente sede espositiva. Intorno alla metà del ‘700 Francesco Gastone, presidente del Tribunale, fece ampliare il palazzo per le nozze della figlia Margherita con Francesco Antonio Lo Faso IV  duca di Serradifalco, famiglia che lo abitò sino al 1829. Nel 1873 un ricco negoziante, Salvatore Bonocore, acquistò il palazzo dall’ultima erede dei Lo Faso. Oggi l'edificio ospita "Le oasi dell'identità", un vero e proprio museo multimediale sul patrimonio culturale immateriale siciliano. Tra affitti affrescati, dove si rincorrono amorini, putti e fanciulle, scorrono i tesori intangibili della Sicilia: il ciclo del grano, l'Opera dei pupi, la vita delle tonnare, i colori solari delle ceramiche tradizionali, la coltivazione dell'uva Zibibbo. Per ognuno di questi tesori, si susseguono le immagini che si sfogliano su enormi video wall: punto di partenza sono gli scatti di Melo Minnella e gli studi dell'antropologo Ignazio Buttitta, qui tradotti in immagini. Il visitatore si troverà immerso in un mondo 'liquido' e avvolgente e sarà aiutato a crearsi un percorso visivo ed emozionale dentro l'Isola.