SABATO 7 MAGGIO, ore 15:30

IL CUNTO DI MAREDOLCE con Sara Cappello. 

 

RIVIVREMO INSIEME il lusso, gli splendori e le storie dell'antico Parco della Favara grazie ad un esclusivo percorso culturale, GUIDATO E CANTATO, attraverso la voce della nostra guida e al contributo della cantautrice SARA CAPPELLO, in un continuo alternarsi di descrizioni e canzoni, letture e cunti. 

 

Il palazzo della Fawwarah, o castello di Maredolce, prende nome da una sorgente che scaturiva dalle falde di monte Grifone e che fu chiamata in periodo arabo fawwarah (sorgente d’acqua). Il palazzo si trovava in un luogo reso particolarmente piacevole da percorsi d’acqua, creati dalle abbondanti acque della fawwarah, e da splendidi giardini che facevano parte del cosiddetto “Parcus Vetus” islamico. Ruggero II, affascinato dall’incantevole posto dove era ubicato il palazzo, ordinò la costruzione di un muro di contenimento delle acque della Fawwarah al fine di creare una peschiera, una sorta di lago artificiale, talmente ampia e profonda che fu chiamata Maredolce, al centro della quale emergeva un’isola con un ricco palmeto. Destando un nostalgico sentimento di abbandono, il castello è sommerso tra i palazzi del quartiere Brancaccio di Palermo e poco conosciuto dal mondo cittadino, chiamato affettuosamente dalla gente del luogo “u casteddu”.

 

Contributo di partecipazione: 10 € (comprende visita guidata con guida turistica autorizzata, assistente tour, whisper e la partecipazione straordinaria della cantautrice Sara Cappello).

AVVERTENZA: Ricordiamo a tutti che l'ingresso al Castello è gratuito. Il contributo è relativo alle attività di guida turistica e artistiche promosse, coordinate e sviluppate dai nostri associati e dall'artista Sara Cappello.

INFOLINE E PRENOTAZIONI: 380.6523494

Raduno ore 15:30 presso il Castello di Maredolce (in calce alla pagina la mappa)

 

SARA CAPPELLO - www.saracappello.com - http://www.cantuneraculture.it/

Cresciuta in una famiglia di musicisti, tra le note della sua Sicilia, Sara Cappello è una cantautrice palermitana che ha continuato la tradizione familiare studiando chitarra classica e canto. Coltiva da sempre la passione per la tradizione musicale dialettale siciliana, conservata e tramandata grazie all'opera di autorevoli ricercatori quali Alberto Favara, Giuseppe Pitrè, Corrado Avolio ed altri studiosi. Da diversi anni è impegnata a rielaborare e ricercare brani tradizionali, creando un suo nuovo repertorio, scrivendo e musicando testi. Recupera, ripesca, inventa, ripropone e filtra ogni suggestione musicale attraverso la sua sensibilità che, unitamente al lavoro musicale e alla ricostruzione testuale, consente lo sviluppo di concerti unici.

COME RAGGIUNGERE IL CASTELLO DI MAREDOLCE: