DOMENICA 13 SETTEMBRE:

TREKKING FLUVIALE VALLE DEL SOSIO


Mattina partenza da Palermo ore 7:30 con mezzi propri arrivo a San Carlo alle ore 9:00 prezzo la Locanda del Sosio (località San Carlo).

Inizio trekking lungo la strada dell’ex ferrovia a scartamento ridotto Palermo Sant’Erasmo – San Carlo  fino al “Ponte delle tredici luci”. Inizio della risalita lungo il letto del fiume Sosio, all’interno della R.N.O. “Monti di Palazzo Adriano e Valle del Sosio”, attraverso profondi canyon e incantevoli marmitte, dette “nache”, dove è possibile fare diversi bagni fino alle cascate. Il tratto molto suggestivo incorniciato tra la vegetazione ripariale, ricco di pioppi e salici, permette inoltre di ammirare uno degli ambienti naturali più belli dei Monti Sicani dove sono ancora presenti diversi piccoli pesci nonché i rari granchi d’acqua dolce.

Durante la passeggiata alzando lo sguardo verso l’alto è possibile intravedere diversi rapaci tra cui la Poiana, il Gheppio ma anche l’Aquila del Bonelli, il Capovaccaio e rari esemplari di Aquila Reale.

Difficoltà: bassa; durata: 4 or e 30 min circa; lunghezza: 8 km; quota della partenza: 252 m; quota massima: 279 m quota minima 229 m.

Ritorno previsto per le 13:30 e pranzo alla Locanda del Sosio.

Attrezzatura e informazioni varie:

Portare abbigliamento comodo (costume da bagno, cambio, asciugamano, borraccia, scarpe da scogli o sandali da trekking fluviale)

COSTO: 30 € a persona, compreso di guida, staff e pranzo completo.


 

VISITA GUIDATA DI BURGIO

PROGRAMMA OPZIONALE POMERIDIANO (+10€ comprensivo di guida turistica, whisper e ingressi ai monumenti dove previsto)

Nel pomeriggio visita di Burgio, caratteristico paese di origine araba del versante occidentale della provincia di Agrigento che si trova in prossimità di due colline, l’una di argilla e l’altra di tufo, materie sapientemente utilizzate da abili artigiani locali che hanno fatto del paese un piccolo scrigno di arte e che hanno rappresentato in passato uno dei principali settori dell’economia locale. Il paese vanta un’antichissima lavorazione della ceramica, una cinquecentesca fonderia di campane, la lavorazione artistica del ferro e della pietra.

Pomeriggio dalle ore 15:30

·       visita del convento dei Cappuccini del Museo delle Mummie;

·       visita dell’antico laboratorio della ceramica di Burgio di Caravella;

·       visita della Fonderia delle campane “Mario Virgadamo”;

·       visita del museo della ceramica;

·       tour per le vie del paese dei portali


ESCURSIONE A MONTE PELLEGRINO: SULLE ORME DELLA SANTUZZA

Dal santuario di Santa Rosalia alla Costa del Finocchiaro attraverso i pianori sommitali.

Costo comprensivo di DUE guide autorizzate (naturalistica e turistica) e whisper: 13 € (più colazione a sacco a richiesta: 7 €)

Info e prenotazioni: 380.6523494 – palermocultour@gmail.com

Raduno: ore 8:30 alle falde di Monte Pellegrino, via A. Rizzo.

Difficoltà: facile

Lunghezza del percorso: 5 km circa

Tempo di cammino: 3h00m

Dislivello in salita e in discesa: 200 m

Note: consigliate le scarpe da trekking, abbigliamento idoneo alla stagione, occhiali da sole e cappellino, e acqua abbondante.


Sabato 5 Settembre Palermo Cultour vi condurrà in uno dei luoghi simbolo di Palermo e della Sicilia: Monte Pellegrino. Definito da Goethe per le sue forme “il promontorio più bello del mondo”, è stato protagonista di conquiste, battaglie, liberazioni e celebrazioni religiose. È qui infatti che, in seguito al ritrovamento in una grotta delle reliquie di Santa Rosalia, nasce uno dei luoghi di culto più importanti di Palermo, il Santuario della “Santuzza”.  Visitandolo avremo modo di osservare la natura carsica, con le sue tipiche strutture, del promontorio. Dopo aver fatto tappa al vicino Gorgo, dove vive l’endemico Rospo smeraldino siciliano, attraverso un sentiero immerso in una pineta ci dirigeremo verso le pareti della costa del Finocchiaro. Lì, dove la nostra attenzione sarà immediatamente catturata dal Golfo di Mondello e dalle coste dell’Addaura,  

osserveremo anche la straordinaria vegetazione rupestre e i residui di macchia mediterranea. Da qui non è raro avvistare Falchi pellegrini ed altri Rapaci impegnati nelle loro attività. Proseguendo per la sterrata forestale sempre immersi nella pineta torneremo al punto di partenza. A metà percorso, nel belvedere, ci fermeremo per una sosta ristoratrice con colazione a sacco. Chi volesse può anche prenotarla nel costo complessivo dell’escursione. Una escursione diversa ed esclusiva, con DUE Guide autorizzate ad accompagnarvi: una naturalistica ed una turistica, che vi faranno apprezzare tutte le storie e i segreti del monte simbolo di Palermo e della palermitanità, in una escursione inedita ed affascinante per tutti gli amanti della natura e della cultura.