PROSSIME APERTURE: SAB. 31/5 E DOM. 1/6

TURNI VISITA: 9:30 - 10:30 - 11:30 - 12:30 - 13:30

 

 

Palermo Cultour vi invita all’apertura straordinaria di uno dei tesori sotterranei più affascinanti di Palermo: le catacombe paleocristiane di Porta D’Ossuna, scoperte nel 1739 durante i lavori di costruzione del Convento delle Cappuccinelle ma risalenti a quasi duemila anni fa.

 

Il complesso si trova a Nord-Ovest della depressione naturale del Papireto e l’ingresso attuale, in Corso Alberto Amedeo 110, è decorato da un sobrio portale realizzato sotto il regno di Ferdinando I di Borbone, come si legge nell’iscrizione posta a coronamento dell’architrave. L’iniziale costruzione cinquecentesca dei Bastioni delle Balate, visibili su Corso Alberto Amedeo, e le successive fabbricazioni in cemento armato, hanno via via mutiliato l’antico ipogeo, le cui diramazioni giungevano sino all’attuale mercato del Capo.

Anche gli ingressi alla catacomba, essendo essa un luogo pubblico e pertanto accessibile da chiunque, erano certamente di numero maggiore rispetto a quelli attuali. Del corredo funerario presente nella catacomba di Porta d’Ossuna non è rimasto quasi nulla, solo un’iscrizione riferita ad una bambina, rinvenuta nel XVIII secolo e oggi custodita all’interno del Museo Archeologico Regionale “Antonio Salinas”.  Inoltre era consuetudine realizzare la catacomba sotto giardini ricchi di aromi e fiori, così da permettere l’ingresso di aria profumata. Il giardino, sotto cui è nascosta la catacomba, è visibile su via Pasolini anche se oggi versa in un totale stato di abbandono.

 

L’apertura è straordinaria anche per un altro motivo: grazie alla partnership con la cooperativa Terradamare, tutti coloro che presenteranno il biglietto delle catacombe a Palazzo Asmundo, avranno uno sconto del 50% sull’ingresso.