PALERMO SOTTERRANEA: SULLE ORME DEI BEATI PAOLI.

 

PALERMO UNDERGROUND: BEATI PAOLI'S LEGEND - scroll down the page for the ENGLISH text.

 

In questo itinerario scopriremo uno dei tesori sotterranei più affascinanti di Palermo: la Catacomba Paleocristiana di Porta D’Ossuna, scoperta nel 1739 ma risalenti a quasi duemila anni fa, prima cimitero, poi uno degli accessi privilegiati alle vie della Palermo sotterranea ai tempi in cui era ambientato il romanzo “I Beati Paoli” di Luigi Natoli, infine rifugio antiaereo durante la seconda guerra mondiale. Del corredo funerario presente nella catacomba di Porta d’Ossuna non è rimasto quasi nulla, solo un’iscrizione riferita ad una bambina, rinvenuta nel XVIII secolo e oggi custodita all’interno del Museo Archeologico Regionale “Antonio Salinas”.

 

Quindi dalla Piazza della Memoria, dedicata ai magistrati assassinati dalla mafia, ci addentreremo al Mercato del Capo, uno dei più caratteristici della città, verso il Palazzo Serenario e “la Torre Albamonte”, secondo la descrizione del Natoli nel romanzo de I Beati Paoli, dimora del nobile Raimondo duca della Motta. Secondo lo scrittore, la Palermo sotterranea nella quale si muovevano e si riunivano segretamente i Beati Paoli si trova per la precisione sotto il quartiere del Capo in un reticolo di cunicoli e caverne appartenenti ad un'antica necropoli cristiana, ormai totalmente interrata dall'edilizia e di cui rimane l’accesso alle Catacombe di Porta D’Ossuna, e situata tra la chiesa di Santa Maruzza e la Grotta di vicolo degli Orfani, che visiteremo insieme entrambe. La Chiesa di Santa Maruzza dei Canceddi prende il nome dalla seicentesca Congregazione dei Portatori di animali da soma che trasportavano mercanzie in grandi ceste chiamate appunto “canceddi”. Sotto la chiesa si apre una vasta cripta, corredata di altare per i riti funebri, e dietro l’altare principale si trova un “passaggio segreto”, che portava direttamente alla Grotta dei Beati Paoli, un'antica camera dello scirocco venuta alla luce da pochi anni durante lavori di consolidamento urbano, e che nel romanzo è stata identificata come il tribunale dell'omonima setta. Al tempo del Natoli infatti questa grotta doveva essere nota e accessibile, e noi la visiteremo seguendo anche i brani del romanzo. Il tour proseguirà con la visita all’antico quartiere della Guilla, semi sconosciuta zona di Palermo che racchiude alcuni luoghi caratteristici come il giardino della Curcuma e una delle poche tracce di Mura Puniche ancora visibili. Da qui si giungerà a Piazza Sett'Angeli (proprio alle spalle della Cattedrale di Palermo), dove osserveremo i mosaici romani sul piano della strada, da poco tornati alla luce, e dove si concluderà il nostro tour.

 

PARTENZA MATTINA (quando prevista): BAR MAEVA (vedi mappa) - ORE 9:30

ARRIVO: PIAZZA SETT'ANGELI ORE 13:00 - COSTO: 15€ - BAMBINI 6/13: 12€

CLICCA QUI PER CERCARE LA PROSSIMA DATA E QUI PER PRENOTARTI.

  

N.B.: il tour è attivabile anche in date non previste da calendario: tutti i giorni per gruppi min. 30 persone al costo di 15 € o personalizzato (da min. 15 persone) a preventivo. Chiamateci al numero: 380.6523494

SEGUI LA MAPPA PER IL MEETING-POINT/CHECK THE MEETING POINT IN THE MAP:

PALERMO UNDERGROUND: BEATI PAOLI'S LEGEND

Discover one of the most fascinating underground treasures of Palermo: Early Christian Catacomb “Porta D'Ossuna”, discovered in 1739 but dating back nearly two thousand years ago. About the catacomb original funeral stuff there is almost nothing left: what survived is only an inscription referring to a child, discovered in the eighteenth century and now kept in the Museo Archeologico Regionale "Antonio Salinas".  

Trough the CAPO, one of Palermo's ancient market district, we move to the Palazzo Serenario, with its "Torre Albamonte", home of the noble Raimondo, Duca della Motta, according to the description written in Luigi Natoli's "I Beati Paoli". 

The Beati Paoli was allegedly formed to oppose both the church and the state, defending the commoners from infringements posed by the regime. They wore black hooded coats and operated at night from their refuge in the remains of the catacombs and underground channels of Palermo. It is unknown when the Beati Paoli were established, but the novel by Luigi Natoli sets the scene in the 17th century in the town of Paoli. According to the writer, Beati Paoli moved and secretly met in Palermo underground through a network of tunnels and caves inside the ancient Christian necropolis located between the church of Santa Maruzza and the Vicolo Degli Orfani, which we will visit together. The Church of Santa Maruzza dei Canceddi is so named after the seventeenth-century congregation of the Holders of pack animals carrying merchandise in large baskets called just "canceddi". Under the church there is a large crypt , accompanied by an altar for the funeral rites , and behind the main altar is a "secret passage", which led directly to the Cave of the Beati Paoli, an ancient Camera dello Scirocco (an hot wind underground restroom) came to light a few years during urban consolidation works, and that the novel has been identified as the court homonymous sect . At the time of the Natoli fact this cave had to be known and accessible, and we will visit it again following the tracks of the novel. The tour will continue with a visit to the old quarter of Guilla, a mostly unknown seeds Palermo area that encompasses some characteristic places like the Giardino della Curcuma and one of the few still visible traces of the Punic Wall. This will take you to Sett'Angeli Square (just behind the Palermo Cathedral), where we will observe the Roman mosaics on the floor of the street , that recently came to light, and here we will end our tour.

 

Do you like PALERMO UNDERGROUND?

About Information, reservations and cost ask to: palermocultour@gmail.com