I TEATRI DI PALERMO: DAL POLITEAMA AL GARIBALDI.

I TEATRI DI PALERMO: DAL POLITEAMA AL GARIBALDI.

 

Costo/PAX: € 15,00*

Guida autorizzata Lingua: italiano 

*Il prezzo comprende la guida autorizzata half day, i whispers, i ticket d'ingresso ai monumenti.

Orario e luogo di inizio: ore 9.30 c/o Davanti al Teatro Politeama

Orario e luogo di arrivo: ore 13,00 c/o Teatro Garibaldi - Piazza Magione

  

Un tour alla scoperta dei teatri cittadini: grandi e piccoli, rinomati e meno noti, da sempre simbolo di cultura, divertimento e anche, perché no, belle époque.

S'inizierà con la visita interna del Teatro Politeama Garibaldi, su progetto dell'architetto Giuseppe Damiani Almeyda che s'ispirò ai modelli del classicismo accademico in voga alla fine dell'Ottocento. Per la forma ricorda  il teatro-circo, in cui però la forma semicilindrica del prospetto nasconde una sala a ferro di cavallo con due ordini di palchi ed un profondo loggione.  A seguire transiteremo da Piazza Verdi per la visita esterna del Teatro Massimo. Nel 1859, benché la città di Palermo fosse ben fornita di teatri pubblici, prese corpo l'idea di bandire un concorso internazionale per la costruzione di un nuovo teatro da intitolare a Ferdinando II che sarebbe dovuto sorgere in Piazza Marina. Nel 1864, infatti, grazie all'allora sindaco Antonio Starabba, l'amministrazione comunale bandì il concorso internazionale per la costruzione del monumentale teatro lirico (che in seguito diventerà il Teatro Massimo) e, nel 1865, un concorso interno per la costruzione di un teatro diurno polivalente affidandone la progettazione a Giuseppe Damiani Almeyda, situato al confine estremo della struttura monumentale palermitana come punto di riferimento ideologico dell'espansione della città moderna. Scopriremo anche il Teatro Nazionale, dove ora sorge il Bingo, il Teatro Finocchiaro, da poco restituito alla città nella sua funzione originale, e ovviamente il Teatro BiondoNel nostro itinerario non si può non visitare Piazza Bellini dove si avrà modo di scoprire la storia dell'omonimo teatro, oggi non visitabile, edificato nel 1726, interamente in legno e poteva ospitare 500 spettatori. Quando a fine del XVIII secolo la corte napoletana si spostò a Palermo e la regina Maria Carolina d'Asburgo-Lorena ne divenne frequentatrice, il teatro in suo onore, fu chiamato Real Teatro Carolino. Si continuerà con la visita esterna del teatro Santa Cecilia, ubicato nell'omonima piazzetta, fondato nel 1692 dall'Unione dei musici, una corporazione che univa musicisti ed uomini dello spettacolo. Nel 1816 fu oggetto di lavori da parte dell'architetto Giuseppe Ponti ed attrezzato con un moderno sistema di palcoscenico mobile. Chiuse definitivamente i battenti nel 1888 con la costruzione dei teatri Massimo e Politeama. Si concluderà l'itinerario con la visita del Teatro Garibaldi inaugurato nel 1861 da Garibaldi, che vi fece un discorso alla folla. Dall'inaugurazione ha subito negli anni varie trasformazioni. Rimase a lungo chiuso e riaprì solo nel 1906.